NESSUNA RISPOSTA ALL'UNICA VERA DOMANDA: QUANTO VENGONO PAGATE LE CLEMENTINE, A ROSARNO COME A CORIGLIANO?

In seguito alla nostra denuncia, COOP risponde con argomenti prevedibili, spostando il problema invece di affrontarlo:

http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/452225/Arance-stagionali-stranieri-protestano-alla-Coop-no-al-caporalato-legalizzato

http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/452308/Arance-Coop-replica-a-Sos-Rosarno-in-prima-linea-contro-lo-sfruttamento

 

L'unica risposta che coop può dare e non dà mai è QUANTO concretamente ed esattamente vengono pagati al produttore sul campo - non a intermediari vari ed eventuali, locali o nazionali - i frutti venduti sui banchi dei suoi esercizi.

Poco importa che si tratti di Rosarno o di Corigliano, della piana di Gioia Tauro o della Sibaritide, quando sono identici i meccanismi che attraverso l'imposizione dei prezzi di vendita alla fonte implicano lo strozzamento della piccola agricoltura e il ricasco sull'ultimo anello, i braccianti, del peso enorme di tutta la catena di sfruttamento e speculazione che dai campi arriva fino ai banchi dei supermercati.

Ancora poco importa che si tratti di agrumi o di pomodoro, di Calabria o di  Sicilia o di Puglia e Campania, di fresco o di prodotto lavorato nei conservifici... il meccanismo è uguale. Il male parte sempre dalla testa!

...

...Ci dicano allora una volta per tutte quanto viene pagata ai produttori, sul campo, di norma, al di là delle eccezioni di Natale, la frutta che COOP vende nei suoi esercizi.

O meglio, se per "riservatezza" non si vogliono rivelare queste informazioni, si creino seriamente canali di commercializzazione etica in cui, dietro garanzie di assunzione regolare e regolare retribuzione della manodopera, si pratichi un prezzo davvero equo e sostenibile ai produttori e si realizzi la trasparenza esponendo negli esercizi quanto loro viene riconosciuto e quanto il margine per COOP.

RESTIAMO A DISPOSIZIONE PER QUALUNQUE CONFRONTO…

L’11 GENNAIO A ROMA, LIVORNO, FIRENZE, BOLOGNA, E MILANO TUTTI DAVANTI ALLA COOP

Giovedì, 09 Gennaio 2014 10:51

 

Per i diritti dei lavoratori

per l’agricoltura contadina

per un’altra risposta alla crisi

 

Come lavoratori, immigrati ed italiani, contadini e consumatori critici e consapevoli in occasione del quarto anniversario della rivolta di Rosarno lanciamo una giornata di mobilitazione :

 

11 GENNAIO 2014 GIORNATA DI SOSTEGNO ALLA RESISTENZA CONTADINA E BRACCIANTILE

 

Roma

dalle ore 10:00 alle 14:00

fuori il supermercato Coop di Largo Agosta

 

LIVORNO
ORE 10.00 fuori dall'IPERCOOP di Porta A Terra
(c/o centro comm.le fonti del corallo)

FIRENZE
CENTRO COMMERCIALE COOP GAVINANA,

VIA ERBOSA 66b/c,68

BOLOGNA
dalle ore 10:00 alle 14:00
fuori dagli IPERCOOP Centro BORGO e Centro NOVA

MILANO

dalle ore 10.00

DAVANTI ALLA COOP IN VIALE UMBRIA ANGOLO VIA COLETTA

Distribuzione delle arance di “SOS Rosarno” a sostegno della Cassa di resistenza contadina e bracciantile.

Azione informativa per svelare ai soci e consumatori Coop, la falsa etica che nasconde i profitti di uno dei principali gruppi della GDO, per rivendicare un prezzo Equo e sostenibile per produttori e consumatori.

 

 

per rispondere alla crisi con la solidarieta’, contro i profitti della Grande Distribuzione Organizzata, CONTRO L’IMPOSIZIONE DELLA CLANDESTINITÁ E LO SFRUTTAMENTO, PER LA CHIUSURA DI TUTTI I CIE E L’ABOLIZIONE DELLA BOSSI-FINI

 

PER LA DIFESA DELL’AGRICOLTURA CONTADINA E LA SOVRANITA’ ALIMENTARE

TERRA, LAVORO… LIBERAZIONE

LA LOTTA CONTINUA

clicca per leggere tutto...

Lunedì, 30 Dicembre 2013 12:52
Iscriviti alla newsletter